Freddie

Che dire di Freddie? Un gattone con la G maiuscola, Freddie non è un principino con pizzi e merletti. Lui è un tipo verace, un rosso tigrato fiero e navigato, gatto di strada. Trovato in quei di Pomaretto a fine 2019, arruffato e provato dalla vita randagia. L’abbiamo accolto per rimetterlo in sesto, castrarlo e magari trovargli casa. Nonostante la sua vita da clochard ha apprezzato immediatamente sia il menù della cambusiera che le sue coccole (anche se fa il duro in realtà ama anche le moine). Dagli esami è risultato FIV positivo, cioè affetto da AIDS felina (frequente fra i gatti non castrati che si accoppiano e si azzuffano spesso). La sua aspettativa di vita è paragonabile a quella di un gatto sano soprattutto in un contesto casalingo dove sarebbe accudito, al riparo dalle intemperie e con la pancia piena di buon cibo. Un occhio offeso, probabile conseguenza delle lotte di quartiere e qualche dente in meno, gli hanno donato un’indubbia faccia da schiaffi ma resta un adorabile micione che merita una famiglia e la compagnia di un umano. Gli anni da randagio gli hanno lasciato un po’ di antipatia verso i suoi simili, perciò siamo costretti a cercare per lui una casa dove essere pirata solitario e incontrastato. Però volete mettere la soddisfazione di avere per casa un signor gatto, di quelli felini per davvero dalle vibrisse alla coda?
Astenersi come caccia topi relegato in cortile (starebbe meglio qui dove almeno ha un posto al caldo e le nostre coccole), ok casa e giardino solo se lontano da strade pericolose (hanno 9 vite è vero ma contro un’auto se ne vanno tutte 9 e tutte insieme) o in appartamenti senza reti ai balconi (i nostri gatti non hanno le ali, non sanno volare e se cadono dal 3° piano si fanno male!).